Benessere, relax e rigenerazione
Offerta top
Hotel Dolomitenblick
Hotel con vista

Relax e panorama - vacanze sull'altipiano soleggiato di Terento

avanti
Un'atmosfera accogliente

Completamente rinnovato nel 2013, abbiamo mantenuto l'ambiente familiare.

avanti
Le nostre camere

Arredate con cura e attenzione ai particolari. Svegliatevi con un panorama splendido.

avanti

Anni fá...

Nel 1967, dopo 3 anni di costruzione, il "Dolomitenblick" ospitava i primi ospiti. I Senior-Chef Alois e Annemarie fino ad oggi sono albergatori con anima e corpo.

1967 - 2017

Storia in breve:

Il Dolomitenblick, alps boutique hotel***s può guardare con orgoglio ai suoi 50 anni di storia. Grazie all'operosità e all'impegno continuo per offrire agli ospiti solo il meglio e l'autenticità, l'hotel si è trasformato da semplice pensione in un albergo che soddisfa le più alte esigenze di vacanza dei suoi ospiti. Ecco una breve panoramica della sua storia:


1967 Alois e Annemarie fondano la pensione Dolomitenblick con 16 camere per gli ospiti
1972 Ingrandimento della struttura con altre 2 camere e ampliamento della cucina
1977 / 78 Costruzione della piscina coperta con sauna e area relax
1996 Costruzione di 9 moderne camere per gli ospiti con pavimento e mobili interamente in legno e balcone; nuova sala ristorante con bar.
2000 Ristrutturazione completa della cucina; ampliamento e rinnovamento della piscina e della sauna
2006 Ampliamento e rinnovamento con camere panoramiche, alcune delle quali con camere da letto separate per i bambini
2013 Rinnovamento delle camere e ristrutturazione della hall con reception, sala giochi per i bambini e biblioteca

Fu in una serata di 50 anni fa che Alois, allora ventottenne, conobbe nell'osteria del Terentnerhof un agente di viaggio proveniente dalla Germania alla ricerca di alloggi per gruppi di turisti tedeschi che desideravano trascorrere le loro vacanze nel soleggiato paese di Terento. Alois, oggi chef senior al Dolomitenblick, in quel periodo stava terminando di costruire la sua casa. Ci volle solo qualche modifica per ricavare dalla sua nuova casa lo spazio necessario a un piccolo gruppo di viaggiatori. Detto fatto: niente progetti, nessuna burocrazia.
Alois aveva provveduto anche al telefono, uno dei primi in tutta Terento.
E così nel 1967 la pensione, all'epoca ancora senza nome, fu pronta per accogliere i primi ospiti. Si trattava prevalentemente di famiglie che trascorrevano almeno 2 settimane a Terento in estate. Le esigenze erano contenute: c'erano camere con lavandino, la doccia e il WC erano in condivisione al piano.
La cognata Paula e la Signora Oberhofer erano le operose aiutanti. Alois era tutto il giorno in giro con la sua macchina; alla sera aiutava nella gestione.


Questo fu l'inizio e tutto andò per il meglio. Il cibo era semplice, cucinato in casa 3 volte al giorno. Gli ospiti erano contenti. Una delle specialità di allora erano i cosiddetti "Epflkiachlan" (frittelle di mele): ancora oggi questo dessert tipico compare occasionalmente sul nostro menù.


Gli ospiti, allora come oggi, erano particolarmente entusiasti del magnifico panorama sul Plan de Corones e le Dolomiti. Uno dei primi gruppi di ospiti, il gruppo ricreativo familiare del comune di Lauterbach, in Assia, suggerì di chiamare la pensione "Dolomitenblick" ("vista sulle Dolomiti" in tedesco). Tutti convennero che il nome era perfetto, e il caso volle che uno degli ospiti fosse pittore di professione. Così il nome "Pension Dolomitenblick" venne dipinto sulla casa dall'ospite.


Seguirono tanti gruppi di famiglie: ogni estate per 2 mesi si succedevano gruppi di turisti; il prezzo per la pensione completa, concordato con l'agente di viaggio, era 13 DM a persona. A quel tempo gli ospiti che trascorrevano le vacanze a Terento erano esclusivamente tedeschi: erano parte della famiglia e ritornavano ogni anno. Nacquero amicizie che durano ancora oggi.
Così o in modo simile a Terento nacquero anche altre imprese. Non si sapeva molto di turismo, ma con impegno e zelo si fece in modo di rendere felici gli ospiti e farli diventare clienti abituali.
Già nel 1972, quindi solo 3 anni più tardi, fu ingrandita la cucina e aggiunte 2 camere per gli ospiti, fornite di doccia privata.
Tra il 1977 e il 1978 fu costruita la piscina coperta, con spogliatoi separati per uomini e donne come previsto a quei tempi dalla commissione edilizia. E ci fu anche posto per una sauna con due sdraio: a quei tempi tutto ciò era già un piccolo lusso. Nel corso degli anni seguirono un piccolo bar con bancone per i momenti in compagnia, un ulteriore ampliamento della cucina e altre camere per gli ospiti. Ma non erano solo gli ospiti ad aver bisogno di spazio: anche la famiglia Lechner era cresciuta. Dopo il matrimonio di Alois e Annemarie nel 1968, nel 1969 nacque il primo figlio, Alexander al quale seguirono Wilfried, Barbara e la più piccola, Katja.
Nel 1996 ci fu un grande ampliamento: vennero costruite 9 moderne camere per gli ospiti con pavimento e mobili interamente in legno, balcone e bagno privato; una nuova sala ristorante e un nuovo bar. Un salto di qualità. Le richieste degli ospiti continuavano a crescere.
Nel 2000 la cucina fu spostata e ricostruita completamente. Da allora non si cucina più sulle stufe a legna bensì sui fornelli a gas. La piscina venne completamente rinnovata e ingrandita e venne creata una nuova area sauna.
Ci furono nuove ristrutturazioni nel 2006 e nel 2013. Furono costruite le nuove camere Panorama-Royal, alcune con camere da letto separate per i bambini, una nuova hall con reception e biblioteca.
Il Dolomitenblick in continua trasformazione. Quello che non cambia è l'ambiente famigliare e la gioia di regalare a ogni ospite una bella esperienza per la sua vacanza.

Vivere la storia, la cultura e le tradizioni

“Terner Schmelzpfandl”

Questa manifestazione culturale ricorda la tradizione del paese del sole Terento, considerato il granaio della Val Pusteria: vecchi usi vengono rivisitati e le ricette della cucina contadina riscoperte.

Potrete così rivivere tutto l’anno i più importanti eventi del calendario contadino: la Semina in primavera, la Festa dei Mulini e il Raccolto in estate e l’appuntamento per eccellenza dell’autunno, la Transumanza a ottobre.

Sempre nello stesso mese, inoltre, trattorie e fattorie di Terento invitano al “Terner Bauernkuchl”, una settimana culinaria, in cui tradizioni gastronomiche, spesso dimenticate, vengono riscoperte e servite agli ospiti.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito: www.schmelzpfandl.com